Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE, con il supporto tecnico di Invitalia, supportano l’internazionalizzazione di micro e piccole imprese italiane attraverso soluzioni digitali attraverso il Bonus Export Digitale Plus.

Il bando è aperto a tutte le microimprese e le piccole imprese manifatturiere (codice ATECO C) costituite anche in forma di reti e consorzi.

Il Bonus Export Digitale Plus è un contributo a fondo perduto concesso in regime de minimis per i seguenti importi:

  • 10.000 euro per micro e piccole imprese italiane manifatturiere, a fronte di una spesa di 12.500 euro (al netto dell’IVA)
  • 22.500 euro per reti e consorzi, a fronte di spese non inferiori a 25.000 euro (al netto dell’IVA)

Il bonus finanzia le spese per l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export, fornite da imprese iscritte nell’elenco delle società abilitate. Rientrano tra le spese ammissibili:

  • Sistemi di e-commerce e servizi accessori all’e-commerce
  • Strategie di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale
  • Digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione
  • Servizi di CMS
  • Iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS
  • Servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano finalizzati ad aumentare la presenza sui mercati esteri
  • Upgrade delle dotazioni di hardware

Le domande potranno essere presentate allo sportello gestito da Invitalia entro il 12/04/2024.

Maggiori informazioni