Il regolamento UE sull’etichettatura dei tessili 1007/2011 (TLR) ha stabilito norme per l’etichettatura dei prodotti tessili, nonché norme per l’uso dei nomi delle fibre tessili per i prodotti composti per almeno l’ 80% di fibre tessili in peso.

Più nel dettaglio, la norma si riferisce all’etichettatura e al contrassegno di:

  • prodotti tessili in termini di composizione fibrosa
  • prodotti tessili contenenti parti non tessili di animali

Il contesto politico ed economico è cambiato in modo significativo dal 2011 e la Commissione Europea sta valutando la necessità di una revisione del TLR per aggiornare le disposizioni attuali e introdurre specifiche in nuovi ambiti di etichettatura (ad esempio istruzioni per la cura, origine, taglia) e per l’etichettatura fisica o digitale dei tessili, con la dovuta considerazione per altre iniziative legislative in corso che incidono sul settore tessile.

Queste altre iniziative includono:

  • la proposta di regolamento sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti sostenibili, che consente di definire requisiti di informazione e prestazione per i prodotti attraverso atti delegati. L’ESPR consente inoltre l’introduzione del Passaporto Digitale dei Prodotti (DPP), che si applicherà ai prodotti coperti da requisiti di progettazione ecocompatibile;
  • una proposta di revisione della Direttiva quadro sui rifiuti (WFD) per gestire meglio i rifiuti, con particolare attenzione alla prevenzione dei rifiuti, al riutilizzo degli oggetti e al riciclaggio;
  • una proposta di direttiva per dare più potere ai consumatori per la transizione verde modificando le direttive relative alle pratiche commerciali sleali e ai diritti dei consumatori, fornendo una migliore protezione e informazione.

A tale scopo è stata avviata una consultazione pubblica per raccogliere il feedback delle parti interessate e predisposto un  breve questionario in forma anonima che consentirà alle PMI interessate di condividere la loro esperienza nell’attuazione del regolamento 1007/2011 e le loro opinioni sui possibili cambiamenti.

Le informazioni raccolte attraverso questo questionario aiuteranno a progettare politiche e ad assicurare che le soluzioni proposte tengano conto delle esigenze delle PMI.

Il questionario compilato potrà essere restituito via mail all’indirizzo info@een-marche.it entro il 3 giugno p.v. al fine di procedere con l’inserimento delle risposte nella piattaforma dedicata,

Vi ringraziamo per la vostra partecipazione e il prezioso feedback.