L’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO), in collaborazione con la Commissione europea e gli uffici di proprietà intellettuale degli Stati membri, ha lanciato il Fondo PMI 2024 con una dotazione di 20 milioni di euro dedicata a rafforzare la protezione della proprietà intellettuale (PI) per le piccole e medie imprese (PMI) e la loro competitività sul mercato.

Il Fondo PMI è un’iniziativa della Commissione europea, amministrata dall’EUIPO, che va a beneficio delle PMI dal 2021 offrendo loro un rimborso parziale delle tasse sulla proprietà intellettuale. Poiché le PMI rappresentano il 99% delle imprese e sono responsabili di circa tre quarti dell’occupazione nell’UE, è essenziale che proteggano i loro beni immateriali con strumenti flessibili in materia di proprietà intellettuale al fine di attrarre investimenti e espandersi.

Il Fondo PMI di quest’anno offre finanziamenti per una gamma ancora più ampia di servizi, comprese le spese legali per la stesura e il deposito di una domanda di brevetto europeo (fino a un massimo del 50%, o 2 000 euro se consegnata da un rappresentante professionale dell’elenco ufficiale dell’UEB) ) e rimborso per l’applicazione della scansione IP (nei paesi degli uffici partecipanti). Inoltre, introduce un focus significativo sul settore della selezione vegetale per garantire che le PMI impegnate nello sviluppo di nuove varietà vegetali siano pienamente riconosciute e protette.

Il budget stimato per il 2024 sarà di 18,85 milioni di euro per i voucher uno e due (scansione della proprietà intellettuale e protezione del marchio o del disegno) e di 1,15 milioni di euro per i voucher tre e quattro (brevetti e varietà vegetali).

Il Fondo PMI prevede una procedura a sportello con chiusura prevista entro il 16/06/2024 (salvo esaurimento fondi).

Maggiori informazioni