La Commissione ha adottato criteri e principi guida per ciò che costituirebbe gli “usi essenziali” delle sostanze chimiche più dannose, la fabbricazione di prodotti indispensabili per la transizione verde e digitale, la salute e la difesa nell’UE . Si tratta di un risultato concreto della strategia sulle sostanze chimiche per la sostenibilità che mira a migliorare la protezione della salute umana e dell’ambiente dalle sostanze chimiche più dannose e a muoversi verso un ambiente privo di sostanze tossiche.

Il concetto di “usi essenziali” aiuta a valutare quando è giustificato, da un punto di vista sociale, l’uso delle sostanze più dannose. Nei casi in cui l’uso è necessario per la salute e/o la sicurezza, e/o è fondamentale per il funzionamento della società, e se non esistono alternative accettabili, questa sostanza può continuare ad essere utilizzata per quello scopo per un certo periodo di tempo . Disposizioni dettagliate dovrebbero essere stabilite nella legislazione specifica dell’UE che applichi il concetto di uso essenziale.

L’obiettivo generale di questo concetto è quello di raggiungere una maggiore efficienza normativa e prevedibilità per le autorità, gli investitori e l’industria per un’eliminazione graduale più rapida delle sostanze più nocive negli usi non essenziali , concedendo al contempo più tempo per l’eliminazione graduale degli usi che sono essenziale per la società.  Aiuterà inoltre l’industria a orientare e dare priorità agli investimenti in prodotti chimici innovativi e sostenibili.

Per gli usi ritenuti essenziali per la società, il concetto può dare alle aziende la certezza che le sostanze utilizzate in applicazioni critiche – in particolare per la transizione verde e digitale, ma anche per la sicurezza e la difesa – possono continuare a essere utilizzate fino a quando non saranno disponibili alternative. Questo concetto può anche fornire incentivi nell’ambito di programmi volontari, come la finanza sostenibile e la ricerca e l’innovazione, promuovendo e facilitando il passaggio verso prodotti e metodi più sicuri e sostenibili.

La strategia definisce azioni per rendere le sostanze chimiche sicure e sostenibili fin dalla progettazione e per garantire che le sostanze chimiche non danneggino il pianeta per le generazioni attuali e future, oltre a contribuire a promuovere l’innovazione per sostanze chimiche sicure e sostenibili. Ciò include il divieto dell’uso delle sostanze chimiche più dannose nei prodotti di consumo come articoli di puericultura, materiali a contatto con gli alimenti e tessuti, a meno che questi usi non siano dimostrati essenziali per la società, e la garanzia che tutte le sostanze chimiche siano utilizzate in modo più sicuro e sostenibile.

Maggiori informazioni